Quando l’equivoco delle quote non aiuta le donne

di Natale Maria Serena Le quote di genere? Una distrazione, che rischia di ribaltare un percorso di conquiste insinuando il sospetto che le donne non possano farcela da sole. Lo sostiene Carrie Lukas sull’International New York Times , partendo dalla legge in discussione in Germania e citando il caso Norvegia, dove la soglia del 40% di rappresentanza femminile nei Cda è legge dal 2003: secondo uno studio Usa, la norma ha portato nelle stanze dei bottoni donne spesso meno qualificate dei colleghi, «con un calo statisticamente significativo del valore di mercato delle società prese in esame». Resta la funzione simbolica, l’obiettivo a lungo termine di stimolare coscienza e prassi della parità. Ma attenti ai colpi di coda dell’ideologia. (09 dicembre 2014) – Corriere

Estratto da:
Quando l’equivoco delle quote non aiuta le donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.