Rot & Ruin, di Jonathan Maberry. Parte Odissea Zombie di Delos Books

Rot & Ruin , di Jonathan Maberry , è il primo, pluripremiato e apprezzato volume della quadrilogia young adult The Benny Imura Series ed è il libro con cui Delos Books inaugura la nuova collana Odissea Zombie. Come già raccontato nell’ articolo di presentazione della collana, la serie – sicuramente apprezzabile da chi ha amato, ad esempio, il bel The Forest of Hands and Teeth (da noi romanticamente tradotto ne La foresta degli amori perduti ), di Carrie Ryan – si ambienta in un mondo post-apocalittico che, 14 anni prima, durante quella che sarebbe stata ricordata come la Prima Notte, ha visto il mondo come noi lo conosciamo cessare di esistere. Quasi tutta la popolazione, infatti, è morta e rinata come zombie . Alcuni esseri umani, però, sono sopravvissuti. La serie ci racconterà proprio di quelli e lo farà attraverso la vita e le avventure – intense – del 15enne Benny Imura. Benny vive in un’”area protetta” (arroccata dietro le recinzioni) della California Centrale, Mountainside; ha amici, amiche e ha anche una ragazza. A Mountainside, in seno a una società che profuma di distopia, ogni quindicenne deve scegliere un lavoro, salvo vedersi dimezzare le razioni alimentari. Controvoglia, Benny diventa cacciatore di zombie come il famoso fratellastro Tom, che lui non apprezza e che ritiene responsabile della morte dei genitori. Con Tom, là fuori, nello sconfinato mondo degli zombie oltre le recinzioni, chiamato Rot & Ruin , il ragazzo scoprirà moltissime cose. Sul mondo – dentro e fuori le recinzioni – su se stesso, sul fratello e sulla vita. Capirà, ad esempio, che gli zombie, che lui vede solo come mostri, poco tempo prima (sono passati solo 14 anni), erano persone. Che i loro familiari sopravvissuti soffrono ancora nel vederli trasformati e che la gente non ha dimenticato il mondo prima dell’Apocalisse. Benny, durante il suo viaggio all’ inferno , così diverso da come si aspettava, tra zombie e torturatori/assassini di zombie o di bambini (ci sono uomini più mostruosi dei mostri, per i quali, a volte, si proverà un senso di compassione), cambierà completamente il modo di concepire la vita …

Vedi l’articolo originale:
Rot & Ruin, di Jonathan Maberry. Parte Odissea Zombie di Delos Books

One Response to Rot & Ruin, di Jonathan Maberry. Parte Odissea Zombie di Delos Books

  1. LadyAileen ha detto:

    Gli Zombie sono creature che mi hanno lasciato sempre indifferente pertanto era poco probabile che avrei letto qualcosa su di loro ed invece, su suggerimento di un amico ho cominciato questo libro. E devo dire che ho fatto proprio bene!
    Nonostante sia stato pensato per gli adolescenti, sono rimasta subito conquistata dalle avventure di Benny, il protagonista di questa nuova serie (la storia, infatti, è raccontata solo dal suo punto di vista). Un ragazzo che sarà costretto a maturare in fretta.
    Contrariamente a quanto possiate pensare non è una storia da incubi notturni (ci sono scene crude ma stiamo parlando comunque di Zombie) ma a volte si dimostra toccante e capace di offrire spunti di riflessione.
    L’autore è riuscito a dar vita a personaggi realistici (compresi i malvagi) e a creare un’ambientazione davvero interessante e credibile. Però, quello che rende il romanzo davvero particolare e originale è la visione degli Zombie. Creature che avrebbero dovuto incutere paura e odio ma in questo caso si prova solo tristezza e simpatia perché in fondo prima erano persone vive e se attaccano, non sono consapevoli di ciò che fanno considerato che non hanno chiesto loro di diventare quello che sono.
    Grazie allo stile scorrevole riesce a tenerti col fiato sospeso fino all’ultima pagina, senza mai annoiarti. Giusta dose d’azione e con un finale che non lascia l’amaro in bocca (naturalmente non mancano spunti per il sequel).
    Nonostante sia principalmente una storia horror, non manca il risvolto romantico.
    Non vedo l’ora che esca il prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code