Salone del libro di Torino 2011: Il flashmob di protesta dei Redattori Precari

Il torpore del Salone si è rotto improvvisamente verso l’ora di pranzo, quando allo stand di Rcs, la Rete dei Redattori Precari ha attaccato pacificamente l’establishemt appiccicando postit e denunciando la grave situazione in cui versa il mondo dell’editoria italiana, il cui male invisibile si chiama Precariato. In questi anni di crisi, sia del settore editoriale, sia, più in generale, del mondo del lavoro, questo male invisibile – invisibile in primis a causa della cecità del mondo dell’informazione – si è diffuso come un cancro, ammorbando l’intera filiera del libro e concentrandosi nelle redazioni più prestigiose. Rizzoli, Mondadori, …

Vedi articolo originale:
Salone del libro di Torino 2011: Il flashmob di protesta dei Redattori Precari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *