Storie Tese Illustrate, la storia di Elio & compagni

Un libro per attraversare gli esordi e l’affermazione di uno dei complessi più simpatici del panorama recente. E’ possibile riassumere in immagini la complessa vicenda dei uno dei gruppi di musica leggera italiana più noti e irriverenti degli ultimi decenni? Parliamo di “Elio e le storie tese” , molti di voi l’avranno capito subito, il complesso, spesso addensato nella sigla EELST, fondato a Milano dal carismatico Elio, nome d’arte di Stefano Belisari a partire da un gruppo formatisi intorno al Liceo Einstein di Milano fra il 1975 e il 1980. Inventori del rock demenziale , i membri diventati famosi con “La terra dei cachi”, prendono la forma di personaggi dei fumetti, in un movimento di continuità naturale con la loro immagine divertente e disincantata. A partire dalla prefazione di Luca Mangoni per passare rapidamente a una presentazione sui generis, di Elio appunto, “cantante e flautista”, Faso, “chitarrista e basso”, Cesareo “chitarrista alto”, tra scacchi, petardi, alfieri del gelato e elementi giustapposti in un’insieme di associazioni solo apparentemente casuali, introdotte già dalla copertina, la cui foto originale appartiene a Grussu (Pierino De Luca), con i quattro giovanissimi componenti sullo sfondo di un disegno con un cartello che indica i vent’anni di identificazione…

Visita il post:
Storie Tese Illustrate, la storia di Elio & compagni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.