Sunshine, di Robin McKinley, urban fantasy vincitore del Mythopoeic Fantasy Award for Adult Literature

Sunshine , di Robin McKinley , autrice fantasy americana, trapiantata in Inghilterra, pluripremiata e internazionalmente apprezzata, è uno dei romanzi più noti dell’autrice. Ha vinto, tra l’altro, il Mythopoeic Fantasy Award for Adult Literature . Al di là del premio e del generale apprezzamento, anche il solo commento di Neil Gaiman – che paragona il romanzo a un singolarissimo «incrocio tra Chocolat, Intervista col vampiro, Misery e La Bella e la Bestia» – basterebbe, credo, a incuriosire più di una lettrice. Ma andiamo a vedere cos’è Sunshine , questo urban fantasy per adulti… Il contesto in cui si inserisce la storia vede il nostro mondo “assestato” in un certo modo, dopo la fine delle durissime Guerre Voodoo: guerre in cui gli umani lottarono contro gli “Altri”, l’insieme, cioè, di quasi tutte le creature soprannaturali (vampiri, mannari, demoni e altro). I più ostili agli umani furono – e sono tuttora – i vampiri. La storia inizia con Rae Seddon, detta Sunshine, una giovane donna, fidanzata, che lavora presso la panetteria del patrigno e che viene rapita dai vampiri . Incatenata al muro di una casa insieme a uno di loro, non può che aspettarsi la morte. Ma le cose vanno in modo completamente diverso. Scopriamo, infatti, che il rapitore, Beauregard, Bo, è nemico viscerale del vampiro affiancato a Sunshine, utilizzata come esca per attirare alla luce e causare l’incenerimento dell’ affamato prigioniero, Constantine . Pur provato, però, Constantine non la tocca e anzi, le …

Oltre qui:
Sunshine, di Robin McKinley, urban fantasy vincitore del Mythopoeic Fantasy Award for Adult Literature

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.