Una poesia di Pablo Neruda per festeggiare l’arrivo dell’estate

Oggi è il solstizio d’estate e inizia la “bella stagione”. Leggere d’estate è ancora più bello perché possiamo farlo più tranquillamente all’aperto, lasciandoci condurre per mano dalle pagine che stiamo leggendo in un modo sempre nuovo. Prendiamo in prestito le parole di Pablo Neruda per dare il benvenuto all’estate 2011: Oh estate, abbondante carro di mele mature, bocca di fragola in mezzo al verde, labbra di susina selvatica, strade di morbida polvere sopra la polvere, mezzogiorno, tamburo di rame rosso, e a sera riposa il fuoco, la brezza fa ballare il trifoglio, entra nell’officina deserta, sale una stella fresca verso il cielo cupo, crepita senza bruciare la notte dell’estate. Foto | Flickr Una poesia di Pablo Neruda per festeggiare l’arrivo dell’estate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code