Una poesia per l’inizio dell’inverno

Inizia oggi ufficialmente l’inverno, anche se già lo abbiamo sperimentato nei giorni scorsi. Scaldiamoci il cuore e la mente con la poesia La meseta d’inverno di Federico García Lorca e rallegriamoci: d’inverno, accoccolati sul divano, si legge con più piacere! Il cielo è di cenere. Gli alberi sono bianchi, e son carboni neri le stoppie bruciate. Ha sangue asciutto la ferita dell’Occaso, e la carta incolore del monte è raggrinzita. La polvere della strada si nasconde nei burroni, son torbide le fonti e quieti gli stagni. Suona in un grigio rossiccio il campano del gregge, e la noria materna terminò il suo rosario. Il cielo è di cenere. Gli alberi son bianchi. Foto | Flickr Una poesia per l’inizio dell’inverno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.