Verga: recuperati tra Roma e Pavia manoscritti, lettere e stampe per 4 milioni di euro

Eccezionale ritrovamento di documenti e scritti appartenenti al noto autore italiano. La vicenda sa di bruciato, anche se per fortuna si è risolta bene, dopo ottant’anni di contenziosi e sotterfugi sono stati infatti ritrovati e sequestrati nella capitale 36 manoscritti (romanzi e novelle), migliaia di stampe fotografiche di lettere, centinaia di lettere autografe, bozze, disegni e appunti firmati da Giovanni Verga . I documenti in questione hanno avuto una storia piuttosto travagliata cominciata negli anni ‘30 allorquando Giovanni Verga Patriarca, figlio del famosissimo scrittore considerato uno dei grandi maestri del verismo italiano, li consegnò nelle mani di uno studioso di Barcellona Pozzo di Gotto, ridente paesino costiero in provincia di Messina e poco distante da Aci Castello, teatro dei “Malavoglia”, e mai restituiti, nonostante vent’anni di interrogazioni parlamentari (1957 – 1977) volte a riportare a beneficio della collettività testi di un valore inestimabile. Ma la vicenda si complicò ulteriormente quando al Patriarca, che aveva inutilmente…

Vedi l’articolo originale:
Verga: recuperati tra Roma e Pavia manoscritti, lettere e stampe per 4 milioni di euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.