Voci dal Festivaletteratura di Mantova/2: un’intervista a Bjorn Larsson

Eccoci alla seconda puntata di questa piccola rubrica dedicata alle voci del Festivaletteratura di Mantova . Questa volta la voce che vi proponiamo è quella di Bjorn Larsson, un autore che moltissimi hanno adorato a partire da La vera storia del pirata Long John Silver e che ora ha appena pubblicato, come al solito con la casa editrice Iperborea, il suo nuovo libro intitolato I poeti morti non scrivono gialli, una “specie di giallo” che investiga con ironia il mondo dell’editoria contemporanea e di cui presto su queste pagine potrete leggere la recensione. Nel frattempo gustavi la chiacchierata con Bjorn Larsson che segue dopo il more. Abbiamo parlato di finzione e di realtà, di generi letterari, di pirati, di futuro del libro e di qualche nuovo lavoro che ha in mente. Naturalmente se non lo avete ancora fatto, dopo l’intervista leggetevi i suoi libri… Con questo “I poeti morti non scrivono gialli” sei tornato a giocare in qualche modo con la letteratura. Come gestisci il rapporto tra verità e finzione nei tuoi libri? La vera storia del pirata Long John Silver è stata l’unica volta in cui ho sono partito dalla finzione, reinventando in qualche modo la letteratura. Normalmente procedo in un altro senso, vale a dire partendo dalla realtà e trasformandola in finzione. Credo…

Vedi il contenuto originale:
Voci dal Festivaletteratura di Mantova/2: un’intervista a Bjorn Larsson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.