Voci dalla luna, di Andre Dubus

Non sarà facile restare cattolici a lungo, nella famiglia di Ritchie. Non è facile anche se Ritchie ha solo 13 anni e non ha mai smesso di desiderare di diventare un buon prete irlandese. Tutta colpa del divorzio. Prima di quello di suo padre Greg dalla madre Joan, poi quello di suo fratello Larry da Brenda. Ma soprattutto colpa dell’inaccettabile amore nato tra suocero e nuora, tra Greg e Brenda. Non è facile perchè Ritchie non riesce ad amarli nonostante i loro sbagli, come lo sollecita padre Obert, perchè per Ritchie la croce sono gli altri. Inizia così lo splendido libro dell’americano Andre Dubus, Voci dalla luna , che vi consiglio se amate i romanzi di formazione. Una storia splendida, forte di una carica umana che solo le certi scrittori americani (e irlandesi) che narrano il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, sanno trasmetterci. Ce la sanno trasmettere, ad esempio, narrandoci quali sono i piccoli segnali che ci avvisano della perdita di un amore. O cosa si prova ad avere 13 anni e a dare il primo bacio – dimenticandotelo un minuto dopo per lo stomaco che ti brontola dalla fame. E ancora, cosa vuol dire innamorarsi alla soglia dei cinquantanni, quando l’amore non fa che completare qualcosa che già sei, “non brucia più ma scotta”, come dice Greg. E così c’è…

Continua qui:
Voci dalla luna, di Andre Dubus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code