Zita di Enrico Deaglio

Zita ormai è una donna torinese di mezz’età, bella, elegante, dall’aspetto placido, una come tante, insomma, almeno all’apparenza. In realtà, però, come quasi sempre succede quando si giudica soltanto dall’apparenza, dietro l’aspetto placido e curato si nasconde una vita rocambolesca e avventurosa, fatta di piccoli gesti di ribellione individuale – l’amplesso simulato a 15 anni, sul letto di morte di Cesare Pavese, per esempio – o collettiva, tra esili e rivoluzioni. La vita di Zita, insomma, attraversa la seconda metà del Novecento come un rasoio, sezionando

Segui il post originale:
Zita di Enrico Deaglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.