Tag Archives: eventi

Donne forti. Donne ribelli. Donne della riformazione (13-25 gennaio 2018)

Colognola ai Colli (Verona), chiesa di S. Zeno Vescovo. “Donne forti. Donne ribelli. Donne della riformazione”, mostra dell’artista Karin Peschau. Inaugurazione sabato 13 gennaio 2018 ore 19. La mostra è visitabile sabato 13 e 20 gennaio dalle 19 alle 20, domenica 14 e 21 gennaio dalle 11 alle 12 e su richiesta al numero 3805084943. Sarà disponibile un opuscoletto con le biografie delle donne rappresentate nei 22 grandi pannelli. La mostra è stata realizzata in collaborazione con la Rete delle donne della Chiesa evangelica luterana in Italia. Karin Peschau, promotrice della Scuola Steineriana a Verona, conduce gruppi per donne interessate alla scoperta di sé e laboratori per bambine e bambini per far sì che il loro enorme potenziale di gioia e creatività non venga soffocato.

Leggi e segui:
Donne forti. Donne ribelli. Donne della riformazione (13-25 gennaio 2018)

Il femminismo è un campo di battaglia. Incontro con Luisa Muraro

Padova, Lìbrati Libreria delle donne, via San Gregorio Barbarigo 91. Lìbrati è lieta di invitarvi ad un pomeriggio di discussione e confronto con Luisa Muraro, filosofa e femminista: Il femminismo è un campo di battaglia. Interviene Antonella Cunico. Introduce Ilaria Durigon.

Leggi il seguito:
Il femminismo è un campo di battaglia. Incontro con Luisa Muraro

“Il femminismo che è stata la mia festa”. Gruppo di riflessione politica. Il tribunale delle donne

Padova, Lìbrati Libreria delle donne, via San Gregorio Barbarigo 91. Torna l’appuntamento con il gruppo di riflessione politica di Lìbrati. Per discutere dell’esperienza del Tribunale delle donne, costituitosi nella regione dell’ex Jugoslavia nel 2010. Ragioneremo insieme su questa pratica politica a partire dal libro Il tribunale delle donne. Un approccio femminista alla giustizia scritto dalle Donne in nero di Belgrado.

Leggi qui il resto:
“Il femminismo che è stata la mia festa”. Gruppo di riflessione politica. Il tribunale delle donne

Violenza, la sordità della sinistra

di Bia Sarasini   La vicenda di Francesco Bellomo è nota: il magistrato, membro del Consiglio di stato (il supremo organo della giustizia amministrativa), è stato accusato di molestie sessuali e di aver costretto le borsiste dei corsi di formazione da lui diretti a firmare un contratto con cui si impegnavano, tra altre cose, a presentarsi vestite con minigonna e tacchi e a non sposarsi. Ha dato avvio alla vicenda la denuncia di persecuzione presentata dai genitori di una studentessa. Il consigliere è indagato per estorsione, atti persecutori e lesioni …

Continua qui:
Violenza, la sordità della sinistra