Il fuoco dell’amore e il gelo della neve in una poesia di Clément Marot

Sotto la neve, pane dice la saggezza popolare. Ma potremo anche dire che sotto la neve c’è il fuoco e, metaforicamente, anche l’ardore dell’amore. Se è esperienza comune scottarsi con la neve, lo anche provare il fuoco dell’amore nel gelo invernale. A volte basta un gesto, un sorriso, un nonnulla perché la scintilla divampi e l’amore diventi concreto. È un po’ quello che ci racconta Clément Marot (1496-1544) nella poesia Ad Anna, che gli gettò la neve : un semplice gesto come quello di gettare delle palle di neve per gioco, può scatenare

Leggi la fonte originale:
Il fuoco dell’amore e il gelo della neve in una poesia di Clément Marot

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code