Una poesia per la domenica. Wislawa Szimborska

Proprio così. Una poesia per la domenica dedicata a tutti noi, in un giorno in cui per definizione il filo della nostra vita ‘ordinaria’ si spezza (o si piega brevemente, meglio) per lasciare spazio ad altro: il riposo del corpo; quello della mente, si spera; lo spazio a un ‘ritmo’ alternativo, anche. Il ritmo delle chiacchiere con gli amici, la famiglia o il partner. Il ritmo delle escursioni in luoghi ‘altri’ (metaforici o meno) rispetto a quelli abitati durante la settimana. Il ritmo diverso del respiro che incontra un’aria diversa. Il cambiamento del ritmo del cuore, che è il giorno giusto per ringraziare, come scrive la poetessa Wislawa Szymborska nei versi che seguono. Al mio cuore, di domenica Ti ringrazio, cuore mio: non ciondoli, ti di da fare senza lusinghe, senza premio, per innata diligenza. Hai settanta meriti al minuto. Ogni tua sistole è come spingere una barca in mare aperto per un viaggio intorno al mondo. Ti ringrazio, cuore mio: volta per volta mi estrai dal tutto, separata anche nel sonno. Badi che sognando non trapassi in qel volo, nel volo per cui non occorrono le ali. Ti ringrazio, cuore mio: mi sono svegliata di nuovo e benchè sia domenica, giorno di ripos, sotto le costole continua il solito viavai prefestivo. Wislawa Szimborska La gioia di scrivere Adelphi 19 euro Foto | Flickr Una poesia per la domenica

Vedi post:
Una poesia per la domenica. Wislawa Szimborska

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.