Festivaletteratura Mantova 2013, un poetico arrivederci all’edizione 2014

Festivaletteratura 2013, concludendo. Sul fiume c’è un’ala, l’abbiamo scorta qualche giorno fa in un momento dalle temperature estreme, quasi confondersi con le nebbioline umide dell’evaporazione. Si tratta di un’istallazione visibile da più punti. Di una parentesi artistica lasciata lì, perché i curiosi, gli svagati o semplicemente i passanti possano sentire quell’aura di poesia che vive nell’essenza del Festivaletteraura . Nell’ultimo anno prima che diventi maggiorenne, quella del 2013 è stata infatti la diciassettesima edizione, si è tenuta, sempre a Mantova e nel medesimo periodo dal 4 all’8 settembre 2013, la decima ripetizione di “Arte sull’acqua” , manifestazione d’arte contemporanea a cura dell’Associazione Culturale Non Capovolgere Arte Contemporanea. Due opere presentate sotto la Loggia di Giulio Romano, costituite da alcune delle carte dipinte dall’artista Claudia Moretti, scomparsa nel giugno scorso, in dialogo con l’installazione sul Rio, “Trasvolare” di Lorella Salvagni . E proprio ora che l’abbiamo lasciato, abbiamo deciso di presentarvi il posto che ci ha accolto in questi intensi giorni di lavoro, fungendo da ufficio, luogo di confronti e di messe a punto organizzative, ma anche indispensabile porto per elaborare e trasmettervi tutto ciò che ci ha attraversato in questi giorni. Insomma la sala stampa, le cui parete divisorie in cartone (così come gli sgabelli e i tavoli) hanno visto passare interviste, telefonate, riunioni e parole, parole, parole…

Vedi l’articolo originale:
Festivaletteratura Mantova 2013, un poetico arrivederci all’edizione 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code