La poesia della natura, di Rabindranath Tagore

È sorprendente riscoprire a distanza di anni la potenza evocativa degli scritti di Rabindranath Tagore, poeta bengali e premio Nobel per la letteratura nel 1913. La capacità di rappresentare l’universo interiore specchio ed eco di quello esteriore fa sì che il lettore resti incantato, ma non – non solo – per la levigatezza del linguaggio e delle immagini quanto per la percezione dell’abisso che separa il creato dalla coscienza. La natura non è più vista come foresta di simboli, ma come creazione parlante, oserei dire, dialogante, che chiede partecipazione prima ancora che stupore. La poesia della natura edita da Guanda con la curatela di Brunilde Neroni riunisce una selezione dei migliori componimenti poetici e delle pagine di prosa più ispirate del poeta bengali. La ricerca dell’armonia è alla portata di chiunque voglia incontrarla, tra la luce e l’ombra, nelle più svariate forme d’amore, nel trascorrere del tempo e soprattutto nella Natura, chiave di lettura dell’intera opera del “guru” bengali. Rabindranath Tagore La poesia della natura antologia a cura di Brunilde Neroni Guanda, 2005 ISBN 978-88-8246-758-6 pp. 169, euro 9 La poesia della natura, di Rabindranath Tagore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.