Nella mente del serial killer, di John Douglas

Se, come me, siete amanti di tutte quelle serie tv in cui crimine, psicologia e “fiuto” la fanno da padrone – come, per esempio, Criminal Minds , Profiling , N.C.I.S. , le varie versioni di C.S.I. , Numb3rs , se volete (anche se a me non piace tanto: mai avuto tanta passione per i numeri!) e via dicendo – allora apprezzerete senza dubbio Nella mente del serial killer di John Douglas con la collaborazione di Johnny Dodd. Il libro, una sorta di trattato di criminologia, se volete, pubblicato in Italia dalle Edizioni Clandestine, narra di come l’agente dell’FBI John Douglas abbia partecipato attivamente alla cattura del serial killer di Wichita, in Kansas, che si firmava con l’acronimo BTK ovvero Bind, Tortur, Kill ( Lega, Tortura, Uccidi ). Racconta Douglas: All’epoca [siamo negli anni Settanta, ndr] il BSU (Behavioral Science Unit), il dipartimento dell’FBI che si occupava di scienza comportamentali presso l’Accademica di Quantico in Virginia, aveva funzioni principalmente accademiche. Il termine profiling non si era ancora fatto strada nel vocabolario investigativo della polizia federale, ma sapevo che si tratta solo di una questione di tempo. Promisi a …

Segui il post originale:
Nella mente del serial killer, di John Douglas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.