Qualche ragionamento sui Barbari, ovvero sui soliti problemi dell’Italia contemporanea

Arrivano i barbari, anzi sono già arrivati da qualche anno e noi non ce ne siamo accorti, anzi siamo noi i barbari , noi che, grazie ai mutamenti tecnologici che ci sommergono continuamente, abbiamo cambiato il nostro modo di porci verso il mondo, sostituendo alla profondità – idolo scomparso dei vecchi intellettuali – la superficialità, nostra nuova dea e nuova sede del senso delle cose . Così si potrebbe riassumere, se volessimo usare veramente poche parole, il Baricco-pensiero sui cambiamenti che, negli ultimi anni, stanno riplasmando i nostri quotidiani atti culturali. Fin qui niente di nuovo, tutto già letto nei plurimi interventi sull’annosa questione che Baricco ha pubblicato negli ultimi anni sul quotidiano romano e ristampato i molteplici versioni libresche. Ma leggendo il carteggio tra Baricco e Scalfari pubblicato ieri sulle pagine virtuali de La Repubblica , in realtà qualcosa di nuovo sembra emergere, una sorta di reciproco riconoscimento tra i due intellettuali che, pur provenendo da generazioni diverse, per la prima volta, si accordano vicendevolmente il diritto di dirsi …

Vai qui e leggi tutto:
Qualche ragionamento sui Barbari, ovvero sui soliti problemi dell’Italia contemporanea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code