Salone del Libro, come cambiano scelta del libro e lettura nel digitale

Sei un lettore cartaceo o digitale? Durante il Salone del Libro di Torino siamo andati al convegno sulle evoluzioni degli stili di lettura, per capire quali sono le tendenze della lettura nell’era contemporanea. Arrivo trafelata nella Sala Rossa del Salone del Libro al Lingotto Fiere di Torino, è metà mattina di sabato ma qui già siamo in pienissima attività; ad attrarmi è il convegno Da un libro all’altro – Come cambiano scelta del libro e lettura nel digitale . Io, lettrice soprattutto cartacea, ultimamente grazie al mio smartphone ho scoperto il piacere furtivo dello sfoglio digitale, è successo -succede- quando non sono stata previdente e mi sono trovata insidiata dalla noia in una coda o in un lungo viaggio in metropolitana fuori programma. E infatti sullo schermo della sala campeggia una foto del metrò milanese, rispecchia quello che tutti siamo ormai abituati a vedere: a fianco a chi gioca a Ruzzle, ci sono quelli che leggono la rivista, il libro e il supporto digitale. Quest’ultimo, ve ne ho parlato a proposito del mio incontro con il Kobo è l’accessorio tipico del lettore accanito. Quello che macina sui 4 libri a settimana, una rarità direbbero le statistiche italiane, eppure in giro ne vedi parecchi. Le tendenze però parlano chiaro: il lettore è sempre più ibrido , cioè volentieri accompagna l’integrazione digitale all’esperienza della lettura su carta. Perchè i benefit abbondano da ambedue le parti e i puristi -da come la vedo io- non hanno che da perderci; leggere su carta ti permette di condividere il libro, attraverso la lettura ad alta voce, lo scambio/prestito e il piacere tattile e olfattivo che ti deriva dal tenere fra le mani un volume. L’e-…

Leggi oltre:
Salone del Libro, come cambiano scelta del libro e lettura nel digitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code