Che fine ha fatto gatta Marta?, di Anna Vivarelli

Confesso, da grande appassionata di letteratura per l’infanzia, di avere una passione particolare per le storie che hanno al centro la storia dell’incontro fra animali ed esseri umani (e gatti in particolare , dalle illustrazioni di Sophie Fatus a Gatto Sansone ). Per questo motivo, non mi sono fatta sfuggire questo libriccino di Anna Vivarelli, pubblicato in una collana che tenevo d’occhio da tempo, non a caso: la collana Bestiale di Notes edizioni. Si tratta di racconti che, come si arguisce dal nome della collana, hanno al centro il nostro rapporto con piccoli amici a quattro zampe , e questo testo l’ho scelto in particolare per la simpatia che mi ispiravano le illustrazioni di Susanna Teodoro. La frase Che fine ha fatto gatta Marta si riferisce all’antipatica abitudine dell’omonima gattina di…sparire. Non si tratta di magia, per carità (nella maggior parte dei casi bastano le voci dei padroncini per farla miagolare dal suo nascondiglio, e un paio di gamberoni perchè ne

Fonte originale:
Che fine ha fatto gatta Marta?, di Anna Vivarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.