Lettere dalla Terra, di Mark Twain

Scritto nel 1909 e pubblicato postumo nel 1962, Lettere dalla Terra – Letters from the Earth – è uno scritto filosofico tra i più interessanti dell’immensa bibliografia di Mark Twain . L’opera, in forma di epistole “da Satana”, prende l’avvio proprio dal mittente delle riflessioni che chiamano il lettore, quindi l’ipotetico destinatario, a confrontarsi con un’analisi spietata della divinità e dei cosiddetti libri sacri – più precisamente si fa riferimento alla tradizione giudaico-cristiana e alla Bibbia – che, stando alle valutazioni di Twain, di sacro hanno davvero ben poco privi come sono, appunto, della pietas , intesa classicamente come devozione, sentimento d’amore e rispetto verso la realtà creaturale che troppo spesso appare come vittima sacrificale predestinata. In questo contesto, nell’economia del romanzo breve, Satana riveste esattamente il ruolo dell’ avversario , di colui che si oppone , di colui che chiama in giudizio la divinità accusandola di essere spietata, priva di compassione e clemenza nei confronti della sua creatura e, più in generale, del creato. Un ritratto fosco e fangoso del creatore che lascia emergere tutta l’ umanità , pur nella sua limitatezza, della creatura umana. Una lettura sicuramente problematica per i temi trattati e per la leggerezza, mai superficiale, con cui l’autore pare interpellare il lettore affinché prenda parte all’agorà teologico che Mark Twain crea nella brevità del suo romanzo. Mark Twain Lettere dalla Terra traduzione di Alessandra Goti Piano

Vedi il seguito qui:
Lettere dalla Terra, di Mark Twain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code