Libri da regalare: quali, e perchè?

Una persona che conosco, di professione chimico, a distanza di anni è tornata a regalarmi lo stesso libro (per la cronaca, Il sistema periodico di Primo Levi). Si è giustificata dicendomi che non ricordava di averlo già fatto, e che comunque in vita sua non aveva mai regalato altri testi al di fuori di quello. Capita anche a me: dovendo regalare un libro, tendo a scegliere gli stessi due-tre titoli di sempre, i “fondamentali” della mia esistenza. Ad esempio quello che più ho regalato in assoluto in vita mia è Terra degli uomini di Antoine de Saint-Exupery , un libro che dà una definizione di coraggioe fratellanza, definendo il “quid” dell’essere uomo, il tutto semplicemente raccontando la vita di pilota di guerra dell’autore. Poi c’è Lettere a un giovane poeta , di Rainer Maria Rilke , un testo splendido, luminoso, un tentativo di spiegare come attraversare questa vita senza corrompere il cuore, e nel contempo come dedicarsi all’arte creativa della letteratura. Poi certo, mi è capitato di regalare best seller di cui mi sono innamorata ( Il mistero del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon, e tutti quelli di Harry Bernstein ); romanzi adatti a una amica, madre,

Leggi oltre nell’articolo originale:
Libri da regalare: quali, e perchè?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.