Vargas Llosa torna a scrivere dopo il Nobel e pensa a Boccaccio

Dopo aver smaltito i durissimi, tediosi e faticosi impegni derivati dalla scomoda – si fa per dire – assegnazione del p remio Nobel per la Letteratura lo scorso dicembre, lo scrittore Mario Vargas Llosa ha dichiarato di poter finalmente tornare ad applicarsi all’attività che predilige, che per fortuna non è vendere milioni di copie dei propri romanzi grazie all’assegnazione di un premio, ma scrivere, inventare storie, vale a dire fare letteratura. E difatti, in un intervento all’Università Complutense di Madrid lo scrittore cileno ha dichiarato di voler tornare subito a scrivere e di avere già in mente un progetto per un prossimo libro (tra le altre cose ha dichiarato anche che non ha mai sofferto della sindrome della pagina bianca, beato lui) ma anche che il suo prossimo lavoro, piuttosto che un romanzo sarà un’opera di teatro basata sull’inizio del Decameron di Boccaccio. Dopo Dario Fo , dunque, che ha festeggiato

Leggi l’articolo originale:
Vargas Llosa torna a scrivere dopo il Nobel e pensa a Boccaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.