Un’educazione parigina di Roberto Saporito

Un breve testo, per trasmettere due volti della città Parigi, dai quartieri del centro alla periferia, in un movimento che ricorda l’educazione sentimentale. La voce narrante è sdoppiata nel libro “Un’educazione parigina” di Roberto Saporito , e non solo per ragioni stilistiche, ma sostanziali. Ecco che vi si incontra un primo io , uomo di successo, alle prese con la sua vita dopo. In un post che implica sempre un grande dolore, che in questo caso coincide con la morte dell’amata Keiko, scomparsa eppure presente in innumerevoli citazioni, come un’ombra, un solido fantasma che scorre nelle pagine e nelle strade di Nizza, attaccata sotto la pelle del primo lui. E poi c’è il secondo io , solo apparentemente più leggero, imbarcatosi per una ragione che si può solo immaginare (per i pragmatici puri che non riuscissero a credere fino in fondo all’assurdo desiderio di ritrovare Simone, professoressa di francese e ardente amore di gioventù) nell’improbabile impresa di raggiungere Parigi in bicicletta , avventura nella quale riuscirà a…

Visita il link:
Un’educazione parigina di Roberto Saporito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.