L’archivio audio di Fernanda Pivano presentato al festival di Mantova

Gli scrittori scomparsi tornano a parlare. Grazie, infatti, all’archivio della giornalista Fernanda Pivano, scomparsa lo scorso anno, sarà possibile a breve ascoltare le registrazioni delle voci dei più grandi scrittori che narrano le loro opere. Il materiale della Pivano è stato preso in gestione dall’università di Udine, che lo ha restaurato al fine di renderlo disponibile all’ascolto durante il Festival di Mantova (8-12 settembre 2010). Tra le cose più curiose narrate in anteprima del coordinatore del team universitario che ha gestito l’archivio, Luca Cossettini, c’è una telefonata tra la Pivano ed Hamingway del 1957, con un simpatico dibattito. Inoltre, sarà possibile anche ascolta un dialogo della giornalista con De Andrè sull’album “Non al denaro, non all’amore, né al cielo” che si conclude con un’anteprima solo chitarra che il cantautore dedica alla Pivano. L’archivio, oltre a mostrare un aspetto del tutto nuovo dei grandi artisti scomparsi, presenta anche l’intensa attività della giornalista e scrittrice Fernanda Pivano, capace di intrattenere rapporti d’amicizia e professionali con i principali protagonisti della cultura mondiale. Via | Il Tempo L’archivio audio di Fernanda Pivano presentato al festival di Mantova

In libreria il fumetto di Twilight

Così come annunciato , è disponibile in libreria per i tipi della Fazi Editore la graphic novel di Twilight. Dopo il successo del romanzo di Stephenie Meyer e della trasposizione cinematrografica, arriva adesso la versione fumetto con i disegli di Young Kim e la supervisione per la sceneggiatura della stessa Meyer. Qualcuno, tra i ben informati, parla di una versione fumetto di perfetta corrispondenza con i romanzi, a tal punto da essere considerata anche meglio del film. Il primo fumetto costa 14,50 euro, ma su Ibs lo trovate scontato a 11,60 , 224 pagine (niente male!). In contemporanea, la Fazi annuncia anche l’uscita del cofanetto di Twilight contenente “quattro diari da collezione” ispirati alla saga. via | Fazi In libreria il fumetto di Twilight

Polemiche, sette interviste a Louis Ferdinand Céline ripubblicate da Guanda

Pochi autori, nella storia delle letteratura di ogni tempo e paese, sono stati attaccati e messi in discussione quanto Louis Ferdinand Destouches, per la storia della letteratura semplicemente Céline , autore di alcuni dei pilastri della letteratura del novecento come il Viaggio al termine della notte e Morte a Credito , ma anche di alcuni pamphlet, come Bagatelle per un massacro , che hanno gli sono valsi accuse di antisemitismo e di filo nazismo. Per cercare di capire meglio la complessa personalità di questo incredibile scrittore non c’è niente di meglio che sentire la sua stessa voce, o meglio, leggerla, scorrendo quei suoi lunghi e celeberrimi monologhi polemici in cui si trasformavano quasi tutte le sue interviste e a cui queste sette, ripubblicate pochi mesi fa da Guanda precedute da una interessante introduzione di Ernesto Ferrero, non fanno eccezione. Dai discorsi sullo Stile, incontestabile baricentro dell’attività letteraria di Céline , alle opinioni sulla scrittura, sulla modernità, sulla guerra, queste interviste – che pur peccano di scarsa attenzione redazionale, con ogni probabilità già presente negli originali fracnesi – hanno il pregio di fornire un’immagine diacronica e a tutto tondo dello scrittore francese. Un libro senz’altro interessante per fare qualche passo in più nel complesso universo céliniano. Louis Ferdinand Céline Polemiche 1947-1961 con un introduzione di Ernesto Ferrero Guanda euro 12,50 Polemiche, sette interviste a Louis Ferdinand Céline ripubblicate da Guanda

Chi legge eBook, legge di più

Continua l’avanzata degli eBook. Stando a una recente ricerca condotta tra 1200 possessori di eReader negli USA , il 40% afferma di leggere molto di più rispetto a quando aveva solo libri cartacei; il 58% sostiene che le proprie abitudini di lettura non sono poi cambiate molto tra il leggere eBook o cartacei e il 2% legge di meno da quando ha un eReader. Se guardiamo, poi, alle intenzioni , il 55% degli intervistati afferma che in futuro leggerà di più grazie agli eBook. Certo, di buone intenzioni è lastricata la strada per l’inferno , come si è soliti dire. Però è un dato che non va preso sottogamba. Alla fine, l’importante è leggere, no? Magari sono dati interessanti anche per il mercato italiano degli eBook: entro Natale, infatti, è prevista l’uscita di 4.500 titoli in eBook tra bestseller e novità (stando alle previsioni, entro dicembre

Segui questo link:
Chi legge eBook, legge di più