Beastly, di Alex Flinn. Rivisitazione, in chiave moderna, del tema della Bella e la Bestia

Beastly , di Alex Flinn , apprezzata autrice YA americana, è la rivisitazione, perfetta per gli adolescenti contemporanei, del classico tema della Bella e la Bestia, utilizzato per veicolare concetti “edificanti” quali l’importanza della bellezza interiore, la difficoltà del percorso – che non tutti riescono/vogliono compiere – per arrivare alla parte migliore di sé e la capacità di apprezzare le cose veramente importanti della vita. Questa serietà di intenti viene veicolata attraverso la storia – ben costruita, poetica, romantica (e pluripremiata) – di Kyle Kingsbury, adolescente di New York, bello, biondo e ricco; ma anche egoista, vanitoso, egocentrico, superficiale e meschino. Ed è proprio a causa di questa meschinità che Kyle si mette nei guai. Durante un ballo, infatti, umilia, consapevolmente, una ragazza bruttina. Il caso vuole che questa ragazza sia una strega. Una strega che si arrabbia e gli lancia un incantesimo che lo trasforma in un ragazzo orrendo e poi in bestia. La durezza della “punizione” viene mitigata, perchè Kyle, poco prima, aveva compiuto un atto di gentilezza nei confronti della ragazza alla biglietteria (le aveva regalato un fiore che la sua accompagnatrice non aveva voluto). Grazie a quel gesto, Kyle non è destinato a rimanere bestia per tutta la vita: se entro 2 anni amerà e riuscirà a farsi amare da una ragazza, tornerà normale. E qui comincia la storia vera e propria (nonchè il processo di tras-formazione interiore del giovane e vuoto Kyle). Il ragazzo, all’improvviso, si troverà solo ed emarginato. Soldi e bellezza erano le sue uniche attrattive. Senza di esse Kyle non è più niente, e nessuno lo vuole. Anche il padre, ossessionato dall’aspetto fisico, lo rifiuta e lo confina, nascondendolo al mondo, in una casa-prigione (5 piani di appartamento di lusso), con la cameriera Magda a cui, successivamente, si aggiungerà un insegnante privato cieco, Will , con il suo cane. Più in là, gli sarà consegnato anche uno specchio “magico” in cui il ragazzo potrà vedere ciò che desidera. In questa casa, triste e sconsolato, Kyle …

Link:
Beastly, di Alex Flinn. Rivisitazione, in chiave moderna, del tema della Bella e la Bestia

One Response to Beastly, di Alex Flinn. Rivisitazione, in chiave moderna, del tema della Bella e la Bestia

  1. LadyAileen ha detto:

    Chi, come me, ama la fiaba La Bella e La Bestia non può perdersi questo libro. Il romanzo rivisita in chiave moderna proprio quella storia e proprio come una fiaba lo schema narrativo é molto semplice e lineare, i personaggi principali sono delineati brevemente e naturalmente, il famoso lieto fine.
    Contrariamente alle altre versioni, é lo stesso Kyla a raccontare in prima persona la sua storia. Con la scusa di raccontare una romantica storia l’autrice si é soffermata su temi importanti come: guardare oltre le apparenze, la superficialità, l’egoismo e l’importanza eccessiva che si tende a dare alla bellezza esteriore.
    Per molti aspetti l’autrice é rimasta fedele alla fiaba orginale ma allo stempo é riuscita a dare un tocco di originalità.
    Divertenti le conversazioni in chat tra un capitolo e un altro che ho scorto. Ma a cosa servivano?
    Una lettura scorrevole, coinvolgente, leggera ed emozionante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.