Sylvia Plath, la biografia scritta da Linda Wagner-Martin

Sylvia Plath , scrittrice e poetessa di Boston, moriva l’11 febbraio 1963 a Londra. Si suicidò mettendo la testa nel forno a gas della cucina, anche se stando ad alcuni critici non era sua intenzione togliersi la vita, quanto piuttosto voler chiedere aiuto. Sylvia Plath è ritenuta una delle poetesse americane più importanti di tutto il Novecento e anche il suo unico romanzo – La campana di vetro – è considerato un classico della moderna narrativa. Per conoscere meglio la vita e l’opera di questa grande scrittrice, Castelvecchi ha mandato in libreria una bellissima biografia, scritta da Linda Wagner-Martin , che già abbiamo avuto modo di apprezzare per l’accurata biografia di Ernest Hemingway . L’approccio della Wagner-Martin, docente di inglese e di letteratura comparata all’Università della North Carolina, è interessante perché pone al centro della biografia di Sylvia Plath la sua passione per la scrittura. Non è certo un caso che la prima parte dello studio sia incentrato sulla vita da scrittrice della poetessa, mentre la seconda parte affronti i temi peculiari dell’opera di Sylvia Plath. Scrive Linda Wagner-Martin: Sylvia Plath si è esercitata per tutta la vita nella sua arte. Leggeva molto perché, come spesso accade alle persone che ne vivono, amava le parole e la loro armonia. Ma prima ancora di invecchiare, la Plath aveva già imparato a intrecciare quelle parole per se stessa. La sua prima, breve poesia, fu pubblicata quando aveva solo otto anni. Da quel momento, lavorò sempre diligentemente – quasi voracemente – per capire che cosa…

Segui il post:
Sylvia Plath, la biografia scritta da Linda Wagner-Martin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Retype the CAPTCHA code from the image
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code