Cosa fare delle nostre ferite?, di Michela Marzano

Forse non ci siamo posti le domande proprio in questa maniera, ma quelle da cui parte Michela Marzano nel libro Cosa fare delle nostre ferite? probabilmente ci hanno interpellato qualche volta: Si può sul serio ridurre una persona a una “somma” di “competenze” più o meno sviluppate? Si può sul serio comprendere l’essere umano senza prendere in considerazione la sua fragilità e le sue ferite? […] Che cosa significa accettare, che cos’è l’altro? Accettare l’altro significa integrarlo? Si può dire che ci sia coincidenza tra accettazione e integrazione? Cosa si intende per “integrazione”? L’autrice – direttrice del dipartimento di scienze sociali e ordinario di filosofia morale presso la Sorbona di Parigi – con uno stile semplice e diretto cerca a rispondere a queste domande e, in generale, a quella che dà il titolo a tutto il libro: Cosa fare delle nostre ferite? La fiducia e l’accettazione dell’altro (a cura di Riccardo Mazzeo, Erickson edizioni – in libreria in questi giorni). L’aspetto che rende più…

Oltre:
Cosa fare delle nostre ferite?, di Michela Marzano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *